Fantasmi e gioielli nel Castello di Edimburgo

Intrighi, omicidi, nascite reali e combattimenti: il Castello di Edimburgo ha una storia travagliata ma affascinante. Arroccato sulla sommità di una roccia vulcanica sopra la città, l’antico castello è un importante punto di riferimento dello skyline di Edimburgo. E nel caso dovesse perdersi, il castello è un importante punto di orientamento.

Arte E Cultura

I gioielli della corona scozzese

Il castello ha una grandezza tale da richiedere una visita di almeno alcune ore. Alcuni degli edifici più importanti, tra cui il Palazzo Reale, si trovano vicino a Crown Square. Il Palazzo Reale era un tempo la dimora della regina Maria Stuarda, conosciuta anche come la Regina degli Scozzesi. Nella piccola stanza adibita a tale scopo, nel 1566 la donna partorì il figlio Giacomo VI. All’interno del Palazzo Reale viene ospitata anche l’esposizione Honours of Scotland. Qui potrà ammirare i meravigliosi gioielli della corona scozzese, come la corona del 1540 e la Spada di Stato che il re Giacomo IV ricevette in dono da Papa Giulio II nel 1507. Un altro oggetto speciale è la Pietra del Destino, usata per diversi secoli per incoronare i re scozzesi. Nel 1950, 4 studenti scozzesi rubarono la pietra dalla Abbazia di Westminster a Londra, dove era conservata dal 1296. Tre mesi più tardi, la pietra, o almeno una pietra molto simile, riapparve e fu trasferita a Edimburgo nel 1996. La somiglianza è sorprendente, ma alcuni dubitano ancora che questa sia la vera Pietra del Destino.

Tunnel nascosti

Edimburgo è una delle città d’Europa più abitata da fantasmi: vanta numerose storie, molte delle quali sono ambientate nel castello o nei dintorni. Una di queste storie racconta di un suonatore di cornamusa nei tunnel nascosti che partono dal castello e arrivano al Royal Mile. Quando furono scoperti questi tunnel, centinaia di anni fa, un suonatore di cornamusa scese per visitarli. Esplorandoli, suonava la sua cornamusa così che le persone in superficie potessero capire dove fosse. Ma a metà strada la musica cessò. Alcuni soccorritori scesero alla ricerca del suonatore che però era scomparso senza lasciare traccia. Si narra che il fantasma solitario si aggiri ancora per i tunnel e che si possa ancora sentire la sua musica nel castello o nelle strade sopra i tunnel.

Visualizzi la guida Prenotare un volo

Destinazioni suggerite