Parchi sconosciuti a Parigi

Settembre è uno dei mesi più piacevoli per visitare Parigi. Le temperature sono ancora miti e i raggi del sole proiettano uno splendore dorato sui viali. I parchi sono particolarmente belli in questo momento dell’anno. Nonostante le prime foglie inizino a cambiare colore, le aiuole restano in piena fioritura e i parigini si godono le ultime giornate tiepide.

Natura
Il Jardin des Plantes

Il Jardin des Plantes

Jardin des Plantes: il parco più antico

Il Jardin des Plantes fu inaugurato al pubblico nel 1640 come primo giardino botanico del re francese. Oggi i visitatori possono ammirare migliaia di piante e fiori. Parte della collezione è al coperto, in 2 serre tropicali monumentali. Ma la maggior parte delle attrazioni si trova all’aperto in vari giardini a tema, come il giardino delle rose, un giardino didattico e un giardino alpino un po’ nascosto con tratti paradisiaci. Ai margini del parco troverà 3 graziosi musei di storia naturale. Vi è inoltre uno zoo, La Ménagerie, dove il suono dei bambini che giocano tra le foglie autunnali è spesso soffocato dai versi degli animali esotici.

Il Parc de Bercy

Il Parc de Bercy

Parc de Bercy: una vigna in città

Dietro alla Gare de Lyon, nella zona est di Parigi, si trova il Parc de Bercy, un parco che si estende lungo la riva della Senna. Il parco fu realizzato meno di 15 anni fa al posto di un antico deposito di vino. Questo ex magazzino oggi ospita bar e caffé, e il vecchio tracciato ferroviario nel parco è un ricordo della sua precedente funzione. Qui fu anche piantato un piccolo vigneto. Oltre ai bellissimi giardini fioriti, vi è un numero sorprendente di giardini acquatici: dai laghetti naturali con ninfee a moderne fontane che gorgogliano dolcemente. Gli studenti si godono qualche raggio di sole sugli ampi prati erbosi; la biblioteca dell’università è situata proprio di fronte al fiume.

Il Parc des Buttes-Chaumont

Il Parc des Buttes-Chaumont

Buttes-Chaumont: parco con vista

Il Parc des Buttes-Chaumont, situato in un’antica cava di gesso, presenta delle enormi variazioni di altitudine. Oltre ai grandi prati erbosi dove (diversamente dalla maggior parte dei parchi parigini) le persone giocano a calcio e si godono i picnic, il Buttes-Chaumont, risalente al XIX secolo, ospita anche grotte romantiche e cascate. Il grande laghetto centrale ospita una rigogliosa isola rocciosa con un piccolo tempio sulla vetta. Dal suo punto più alto, il parco offre vedute spettacolari del Sacré-Coeur e della zona settentrionale di Parigi. Dopo una passeggiata autunnale nel parco è tempo di sorseggiare un drink nel moderno Pavillon Puebla, un caffé-ristorante situato in un antico capanno di caccia con 2 ampie terrazze.

Il Jardin Catherine-Labouré

Il Jardin Catherine-Labouré

3 piccoli parchi nascosti

Parigi ospita anche molti piccoli parchi, alcuni in luoghi molto sorprendenti. Square des Arènes de Lutèce è un piccolo parco colorato intorno alle rovine dell’anfiteatro gallo-romano di Parigi, vicino al Quartier Latin. L’ingresso è difficile da trovare. Lo stesso vale per il Jardin Catherine-Labouré, vicino ai grandi magazzini Le Bon Marché. Questo affascinante parco con un orto e un frutteto è nascosto dietro un ingresso discreto su Rue de Babylone. Un altro piccolo e grazioso parco, anch’esso sulla riva sinistra, è il Jardin du Musée de Cluny. Questo giardino medievale simmetrico, ricco di erbe, è accessibile gratuitamente, anche se non si visita il museo.

Visualizzi la guida

Articoli correlati

Destinazioni suggerite

*I prezzi mostrati fanno riferimento a un adulto. Tutti gli importi sono indicati in EUR. Tasse e supplementi sono inclusi. Non si applica alcun costo di prenotazione. I prezzi indicati possono variare in base alle tariffe disponibili.